Parole di cristallo

Parole di cristallo

Collana diretta da Fernanda Ferraresso

 

Una finestra di tempo ogni parola sedimentata in secoli di storia e vita, tra gli esseri racchiusa è fiato che in aria brilla o sulla pagina come di pioggia si posa lasciando di sé solo una scia e nebbiose le sue origini si perdono nelle acque magmatiche dell’anima, che tutto ha originato da un cristallo così trasparente che nulla in esso è visibile agevolmente. Ma. Tuffandosi, tra quelle vertebre calcaree, tra minerali di meraviglia, a volte, se si ha fortuna, può accadere di toccarne alcune, parole che si aprono come resti di storie antichissime da cui nacquero i miti e da questi le lunghissime discendenze delle sillabe che in armonie di vertici e vortici si ricompongono, dando dell’anima vigilie. Sono isolari di coralli o segrete di quarzi in cui la luce brilla e ogni esplosione, tra i conflitti dei marosi, dove la vita con la morte dialogano, fitto e senza sosta è l’essere che sé riporta, in segni da toccare appena di sfuggita, pena ardere, bruciare a vita così che mai si lascia catturare e da secoli i poeti ne dicono le profonde notti di carbone e le stelle, che come diamanti pur vi stanno infisse. Questo ogni volta fa poesia, porta tra le tenebre dei giorni quella brace, depostasi in ciascuno di noi, in ogni atomo di parola, vegetale, animale o minerale che sia, o fossile o acqua, in cui nell’invisibile enigma chi scrive scruta il cosmo di ognuno di noi, frammento e testo dell’intero universo.
Farne una collana è stato come decidere che, goccia dopo goccia, parola per parola, ogni testo ricomponesse il viaggio, questo millenario viaggio dentro l’essere mai nato del tutto e mai morto perché ancora, dopo indicibile tempo, è capace di rinascersi in cellule, viventi cristalli che del tempo e dello spazio sono bacheche di memorie inesauribili.

Fernanda Ferraresso

Visualizza come: Lista Griglia
Ordina per:

Amore in piazza

"...Credo che questa antologia delle poesie di Vladimir Levchev offra un ottimo tratto di strada, e che l’insieme di queste traduzioni riesca davvero a rendere vicina, per la prima volta a noi lettori italiani, la figura di un poeta complesso e originale, che ha saputo oltrepassare le proprie stesse frontiere in nome di una parola che, pur se la coniughiamo in mille lingue diverse... (continua »)
€ 11,00

Blu come il deserto

Joyce Mansour, ultima grande scrittrice della stagione surrealista, è qui tradotta per la prima volta in Italia con un'ampia antologia delle sue poesie, una lirica perennemente in bilico tra Eros e Thanatos. L'antologia è a cura di Marco Conti   ... (continua »)
€ 15,00

Lechitiel

  Dalla Postfazione di Ernesto Marchese ... la bellezza, la chiarezza quasi trasparenza, sono le principali co- ordinate in Lechitiel e si denotano come modo dell’Essere cantato dal poeta, attraverso l’arpeggio dei suoi versi che procedono con una gra- zia tutta particolare per la loro musicalità e un‘alta attrazione che egli riesce a costruire mediante una gigantesca rete di s... (continua »)
€ 13,00

Nel lusso e nell'incuria

I libri di Poesia, quando si nutrono della linfa della Vita, sono terreno fertile di scoperte, percorsi della memoria che accompagnano in sottotraccia la scrittura, illuminando le radure dove il pensiero si ferma, i nuclei significanti generano il tessuto, la struttura delle pagine. La lettura di questo libro è stata scoperta e riscoperta. Conosco Fernanda da qualche anno, e ogni suo libro mi dona... (continua »)
€ 12,00

nel nome del nome

Maria Lenti                                   Sulla poesia di Fiammetta Giugni   «Ogni sosta non è mai l’arrivo»: inizia da un verso per antonomasia, non esaustivo ma significativo della complessità espressiva di nel nome... (continua »)
€ 11,00

Per filo & per segno

Per filo e per segno, un occhiello dietro e dentro l’altro, tra le letture e le tante storie, tutte d’amore, nate dalla propria, storia di ogni giorno, dimostrando che la straordinarietà della vita è proprio l’attimo, in cui tutto l’universo ci coinvolge e…Ha l’aspetto di un filo o di un bottone, di una luce che fioca lenta su un libro, sottolineando qualche rigo in lettura da giorni, oppure è un ... (continua »)
€ 0,00

Salto nel sole oscuro

... "Questa anamnesi delle ultime ore del jazzista, diventa il segno in cui visibile e invisibile si toccano. Nella lingua dimessa e lancinante di Sarner, così come nel fraseggio musicale di Chet Baker, il segno (la parola) circoscrive la fisicità e se ne sottrae, avvicina il dato biografico e lo consuma in un fuoco lentissimo, in ombre che si frastagliano, si mescolano in gorghi di luce ... (continua »)
€ 9,00

Traducendo Einsamkeit

... Nel definire complessivamente, icasticamente, la voce poetica di Federica Galetto (a proposito della quale in altro contesto ho già parlato di 'ruvidezza germinativa' e questo anche per i molteplici riferimenti alla natura: scabrosità sì ma scabrosità 'fiorita' come di cardo/e le sue spine inflitte/), parlerei di un'autrice da cui traspare una espressività aguzza, puntuta, in alcuni punti addi... (continua »)
€ 10,00

Un suono di labbra mute

Leggendo le poesie di Raffaela Ruju si ha la sensazione di trovarsi davanti ad una grande sensibilità capace di ascoltare tutto quello che le viene dall'esterno e di trasformarlo in espressione del suo animo, come se tutto le appartenesse intimamente. Immergendosi nei suoi versi, il lettore può ritrovarsi senza fiato: cruda e dolorosa, pur sublime, la descrizione di alcune situazioni. Raffaela scu... (continua »)
€ 10,00